Home


XXIV DOMENICA T. O. (anno C)

XXIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)      RALLEGRATEVI, PERCHE’ HO RITROVATO LA MONETA PERDUTA”   Si avvicinarono a lui tutti i pubblicani e i peccatori per ascoltarlo. I farisei e gli scribi mormoravano: Costui riceve i peccatori e mangia con loro. Allora egli disse loro questa parabola...” (Lc 15,1-2). A un uditorio di mormoratori Gesù racconta le tre parabole dei perduti ritrovati. Quale nuova idea di Dio ci rivelano? Tra tutte le parabole sono indubbiamente le più sconvolgenti perché ci insegnano anzitutto che Dio si interessa di ciò che è perduto e che prova grande gioia ...
Leggi Tutto

XXIII Domenica T. O. (anno C)

XXIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)  “UNA SEQUELA RADICALE E SENZA COMPROMESSI”  Voler essere discepoli del Cristo significa avere scelto e deciso di seguirlo, significa avere scelto Cristo come unico punto di riferimento della e nella nostra vita. Lo seguiamo perché lo amiamo e perché abbiamo fondato su di lui, e solo su di lui, il nostro progetto di vita. Vivremo, nonostante tutto, infedeltà ed errori quotidiani, ma non saranno questi a troncare la nostra sequela se sapremo accettarli e viverli come limite e quindi come parte della croce che ogni giorno ci è chiesto di portare ...
Leggi Tutto

XXII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

XXII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)   “ QUANDO SEI INVITATO VA’ A METTERTI ALL'ULTIMO POSTO”   “Chiunque si esalta sarà umiliato, e chi si umilia sarà esaltato”. I grandi maestri dicono che sarebbe meglio non darsi subito come obiettivo l’umiltà. Fissare questo obiettivo fin dall’inizio, significa scivolare impercettibilmente verso una sottile “sufficienza”. Ciò può portare in seguito ad una eccessiva considerazione di se stessi, mentre l’umiltà consiste essenzialmente nel volgere il proprio sguardo al di fuori di se stessi, verso Gesù e verso le grandi realtà della fede, come la grandezza di Dio e la piccolezza dell’uomo, l’eternità ...
Leggi Tutto
Loading...