Parrocchia S. Achille M.

Cerca
Close this search box.

Ricominciamo da zero? No! Allora “da tre”?

La presente riflessione è debitrice di uno scritto inedito sul kerygma e la necessità, oggi come non mai, di un vero e proprio catecumenato, inviatomi da un anziano sacerdote, e da un dialogo con una coppia della quale ho assistito al matrimonio tanti anni fa, in una parrocchia di Firenze. Parlando con quest’ultimi dell’odierna situazione di caos e conseguente incertezza a tutti i livelli, sociale ed ecclesiale[1], che tocca proporzionalmente tutte le fasce d’età, i vari ambienti e livelli sociali, la moglie a un certo punto ha esclamato: “Dobbiamo ricominciare da zero!”. In modo immediato ho risposto: “Neanche per sogno!”, al che il marito, ricordando il famoso film del 1981 di Massimo Troisi, a mo’ di battuta e con la sagace del buon fiorentino disse: “Allora ricominciamo da tre!”[2]. Al di là questo scambio di battute, vorrei qui spiegare il senso della mia risposta e proporre alcune considerazioni con la sola finalità di ripensare per recuperare la fortuna, ma anche la responsabilità personale, di essere dei battezzati e quindi membra di quel Corpo che è la Chiesa. Un corpo vivo, non un cadavere, ma nella misura in cui questo corpo rimanga sempre unito al suo capo che è il Cristo risorto e vivo, e per questo tuttocambia[3]. Infatti, vorrei qui tentare di prospettare un’altra realistica possibilità, quindi né ricominciare da zero né da tre, o quattro o cinque che si voglia – ognuno ha o  i numeri che vuole – ma da Colui che è l’inizio ed il fine di tutti e di tutto: ricominciare da Cristo. Affermazione che, a seconda dei punti di vista, potrà risultare melensa, melliflua ovvero sensata, intelligente, ed è per questa ragione che cercherò d’indicare qui solo qualche pista da seguire, per arrivare a qualche punto fermo e ragionevole, non tentando, e tanto meno presumendo, neanche lontanamente di scrivere qualcosa di originale, ma semplicemente ricordare alcune verità oggettive che si possono ricavare dalla Rivelazione e che alcuni autori e il magistero hanno intelligentemente presentato, per cui io mi limito solo a riproporle.

Per leggere l’articolo completo:https://it.aleteia.org/2021/09/20/ricominciamo-da-zero-no-allora-da-tre/

ULTIMI ARTICOLI

II DOMENICA DI QUARESIMA – ANNO B

La trasfigurazione occupava un posto importante nella vita e nell’insegnamento della Chiesa primitiva. Ne sono testimonianze le narrazioni dettagliate dei Vangeli e il riferimento presente

I DOMENICA DI QUARESIMA – ANNO B

Il Vangelo di Marco comincia con una semplice affermazione: “Inizio del Vangelo di Gesù Cristo, Figlio di Dio”. Giovanni Battista, che aveva annunciato la sua

hector-martinez-110928-unsplash.jpg
RIMANI AGGIORNATO ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Parrocchia S. Achille Martire   www.santachille.com