Home


AGENDA


  • XV DOMENICA T. O. (anno B)

    XV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

    Per mezzo dei suoi messaggeri, Dio ha preparato l’umanità, nel corso di una lunga storia, alla venuta di suo Figlio e alla rivelazione della salvezza da lui portata. Partendo dal popolo di Israele, il suo amore redentore doveva estendersi a tutti gli uomini. È il motivo per cui Gesù ha chiamato i Dodici a formare il nucleo del popolo definitivo di Dio e li ha fatti suoi collaboratori. Sono stati incaricati di vincere il potere del male, di guarire e di salvare gli uomini che avessero creduto al loro messaggio.
    Solo una piccola parte del popolo di Israele ha creduto in Gesù e in quelli che egli ha mandato. Dopo la sua risurrezione, Gesù ha di nuovo mandato i suo discepoli e accresciuto la loro missione e i loro poteri. Da allora gli inviati di Dio si recano presso tutti i popoli per offrire agli uomini il perdono di Dio e la vita nuova.

    E noi cristiani siamo tenuti, in modo nuovo, a portare la nostra testimonianza al nostro prossimo: per mezzo della nostra preghiera e del nostro impegno personale. Da questa testimonianza dipende non solo l’avvenire dell’umanità, ma anche quello della comunità ecclesiale ed il destino di ogni cristiano.

    (altro…)

    XIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

    XIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

    Gesù, novità rifiutata.

    Dagli abitanti di Nazaret, sua patria, Gesù non viene riconosciuto nella sua identità più profonda. Essi perciò si stupiscono della sua sapienza e della capacità di compiere miracoli. A loro mancavano l’umiltà di un ascolto sincero della sua parola e una vera fede in lui.

    Concedi, Signore Gesù, che il mio cuore non sia chiuso alla tua parola di vita. Rinnova in me lo stupore per le grandi opere che tu continui a compiere in mezzo a noi. Rendi efficace nella mia vita la tua parola di sapienza.

     

    (altro…)

    XIII Domenica del T.O. (anno B)

    XIII Domenica del T.O. (anno B)

    Chi tocca Gesù, vive!

    Gesù è la luce che illumina il mondo. Chi lo segue, cammina nella sua luce e porta nel mondo il suo splendore. Questo noi viviamo in ogni eucarestia.

    Una donna malata e una bambina morta. Una guarigione e una risurrezione. Signore Gesù con questi miracoli annunci che la salvezza è giunta nel mondo. La morte continua a esercitare il suo potere sulla terra, ma non avrà l’ultima parola. Che il dono della fede in Gesù sia offerto a tutti! La sua risurrezione diventi la nostra risurrezione.

     

    (altro…)

    San Pietro e Paolo

    SANTI PIETRO E PAOLO, LE ROCCE DELLA PRIMA CHIESA

     Il primo Papa e l’apostolo delle genti. Uomini e carismi diversi uniti in un’unica festa che la liturgia celebra il 29 giugno, poiché, fin dalle origini, le comunità cristiane hanno identificato in queste due figure le radici stesse della Chiesa. Nella fedeltà a Cristo, fino a dare la vita

    (altro…)

    Loading...

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?