Home


AGENDA


  • XXIX Domenica del tempo ordinario (anno A)

     

    XXIX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO  ( anno A)

     Solo a Dio si deve dare tutta la nostra persona. Il cristiano dà il suo contributo leale alle istituzioni civili, ma queste non possono contrapporsi a Dio come fossero dei valori assoluti .

    O Cristo Signore, alla luce delle Missioni, fa che possiamo essere uomini e donne liberi da noi stessi, dalle cose, dagli altri, nella infinita confidenza filiale del Padre e nel rischio generoso dell’amore per il prossimo, incominciando dagli ultimi.

    (altro…)

    Rinnovato il sito della parrocchia

    Da oggi il sito della parrocchia è ancora di piu’ integrato con Facebook. Sarà possibile vedere in anteprima tutti i vari post che man mano vengono inseriti nella pagina FB di S. Achille direttamente dal sito pubblico www.santachille.com.

    XXVIII Domenica del T. O. (anno A)

     

    XXVIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO  ( anno A)

     Gesù presenta la salvezza come un banchetto di nozze. Al rifiuto dei primi, i privilegiati, la proposta viene offerta ad  altri. C’è però una condizione: avere la veste nuziale, cioè tenerci lontano dal peccato.

    Signore Gesù, dopo aver accolto l’invito a servirti, fa’ che non abbandoniamo l’abito nuziale, ossia la tua grazia, che ci consente di evitare il regno della perdizione, dove permangono il “pianto” del rimorso e lo “stridore dei denti” di cuori freddi e senza amore.

    (altro…)

    XXVII Domenica del Tempo Ordinario (anno A)

     

    XXVII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO  ( anno A)

     Non si può appartenere al popolo di Dio senza aderire a Cristo con l’obbedienza della fede e con le opere della carità. Essere cristiani vuol dire essere innestati in Cristo e con Lui produrre frutti che il Padre gradisce.

    Grazie, o Padre, perché ci  hai scelti come tuo popolo, come tua vigna. Per amore ci hai donato tuo Figlio fino alla morte di croce. Fa’ , o Signore, che nella vigna della Chiesa possiamo offrirti non l’uva selvatica del nostro tornaconto, ma frutti di fratellanza.

    (altro…)

    Loading...