XXIV Domenica del T. O. (anno A)

 XXIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

 

“PERDONERAI FINO A SETTANTA VOLTE SETTE”

 Quante volte devo perdonare? Buon senso, opportunità, giustizia umana sono termini insufficienti per comprendere adeguatamente la morale cristiana; e non solo perché Cristo è venuto a perfezionare la legge. “Occhio per occhio e dente per dente”, come fu detto agli antichi è una norma che Cristo, nella sua autorità di legislatore supremo, dichiara superata. Ma c’è qualche cosa di più. Dopo la morte redentiva di Cristo l’uomo si trova in una situazione nuova: l’uomo è un perdonato. Il debito gli è stato rimesso, la sua condanna cancellata. “Colui che non aveva conosciuto peccato, Dio lo trattò da peccato in nostro favore, perché noi potessimo diventare per mezzo di lui giustizia di Dio” (2Cor 5,21). Il Padre ormai ci vede in Cristo: figli giustificati. Il mio peccato può ancora indebolire il mio rapporto filiale con il Padre, ma non può eliminarlo. Più che dal suo peccato l’uomo è determinato dal perdono infinitamente misericordioso di Dio: “Il peccato dell’uomo è un pugno di sabbia – così san Serafino di Sarov – la misericordia divina un mare sconfinato”. La miseria umana s’immerge nell’accoglienza purificatrice di Dio. Se questa è la novità portata da Cristo, anche il perdono umano deve adeguarsi ai parametri divini: “Siate misericordiosi come misericordioso è il Padre vostro” (Lc 6,36). Se il Padre guarda l’uomo come perdonato in Cristo, io non lo posso guardare come un condannato. Se il Padre ci accoglie in Cristo così come siamo per trasfigurarci in lui, l’accoglienza benevola diventa un bisogno della vita, una beatitudine. La comunità cristiana non pretende di essere una società di perfetti, ma vuole essere un luogo di perdono, una società di perdonati che ogni giorno gusta la gioia della benevolenza paterna e desidera renderla manifesta nel perdono reciproco.

LA PAROLA DELLA DOMENICA.

Scarica il foglietto della Domenica: XXIV Domenica del Tempo Ordinario

AVVISI  13 SETTEMBRE 2020

XXIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

  1. Sono ripresi gli incontri per la preparazione alla Prima Comunione e alla Cresima. La Prima Comunione ci sarà il 27 settembre in due turni (9.30 e 11.30) e le Cresime l’11 ottobre alle ore 18.30
  2. Continuano le iscrizioni e le conferme per la catechesi dell’iniziazione cristiana e per la preparazione al matrimonio presso l’ufficio parrocchiale negli orari di apertura.
  3. In questo tempo della ripresa il parroco incontra i responsabili dei gruppi per impostare in modo nuovo la presenza e l’attività per il nuovo anno pastorale.
  4. Celebriamo la festa delle Stimmate di San Francesco con un Momento di preghiera in chiesa il 17 settembre alle ore 21,00 e ci prepariamo a celebrare la Solennità di San Francesco domenica 4 ottobre. Nel programma della Festa di San Francesco è prevista la benedizione della nuova statua di Sant’Achille è l’inaugurazione ufficiale della piramide del chiostro.
  5. Da sabato 12 a domenica 20 settembre presso i supermercati Conad (Via D’Ovidio) e Carrefour (Piazza Primoli) ci sarà la raccolta alimentare. Verrà posto vicino alle casse un carrello dove chi vuole potrà lasciare la donazione.