Tutti i Santi

 

SOLENNITA’ DI TUTTI I SANTI

Vite vissute nella luce di Dio

Festeggiare tutti i santi è guardare coloro che già posseggono l’eredità della gloria eterna. Quelli che hanno voluto vivere della loro grazia di figli adottivi, che hanno lasciato che la misericordia del Padre vivificasse ogni istante della loro vita, ogni fibra del loro cuore. I santi contemplano il volto di Dio e gioiscono appieno di questa visione. Sono i fratelli maggiori che la Chiesa ci propone come modelli perché, peccatori come ognuno di noi, tutti hanno accettato di lasciarsi incontrare da Gesù, attraverso i loro desideri, le loro debolezze, le loro sofferenze, e anche le loro tristezze.
Questa beatitudine che dà loro il condividere in questo momento la vita stessa della Santa Trinità è un frutto di sovrabbondanza che il sangue di Cristo ha loro acquistato. Nonostante le notti, attraverso le purificazioni costanti che l’amore esige per essere vero amore, e a volte al di là di ogni speranza umana, tutti hanno voluto lasciarsi bruciare dall’amore e scomparire affinché Gesù fosse progressivamente tutto in loro. È Maria, la Regina di tutti i Santi, che li ha instancabilmente riportati a questa via di povertà, è al suo seguito che essi hanno imparato a ricevere tutto come un dono gratuito del Figlio; è con lei che essi vivono attualmente, nascosti nel segreto del Padre.

 

La Parola della Domenica

Scarica il foglietto settimanale: SOLENNITA’ TUTTI I SANTI

 

AVVISI 1° NOVEMBRE 2020

SOLENNITÀ DI TUTTI I SANTI

Vite vissute nella luce di Dio

 

  1. Indulgenze plenarie
    Come da tradizione, dal pomeriggio del 1° novembre, Solennità di tutti i Santi al 2 novembre, Commemorazione di tutti i fedeli defunti, è possibile lucrare l’Indulgenza Plenaria per i fedeli defunti. Anche alla visita al cimitero è legata la stessa possibilità. Quest’anno, nelle attuali contingenze dovute alla pandemia da “covid-19”, le Indulgenze plenarie per i fedeli defunti saranno prorogate a tutto il mese di novembre (vedi decreto della Penitenzieria Apostolica in bacheca).
  2. Messa di suffragio per tutti i defunti dell’anno
    La Messa delle ore 18.30 del 2 novembre sarà celebrata in suffragio di tutti i parrocchiani defunti nell’anno.
  3. Primo venerdì del mese
    Il 6 novembre, Primo Venerdì del mese, i ministri straordinari porteranno la Comunione agli ammalati al mattino. Al termine della Messa delle ore 18.30 inizierà l’Adorazione Eucaristica vocazionale che terminerà intorno alle 23.00.