XXX DOMENICA TEMPO ORDINARIO


XXX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO 

 

L’evangelista Marco che ascoltiamo quest’anno ci presenta le azioni e le parole di Gesù durante il suo viaggio a Gerusalemme. Viaggio sicuramente topografico, ma anche e soprattutto simbolico. Questa strada che Gesù percorre con entusiasmo – “Gesù li precedeva” – e dove i discepoli lo seguono con diffidenza o inquietudine – “essi erano spaventati, e coloro che seguivano erano anche timorosi” (Mc 10,32) – qui arriva al termine. Ecco il contesto della lettura sulla quale meditiamo oggi.
Al termine del cammino, oggi incontriamo un cieco. Un cieco, che, in più, è un mendicante. In lui c’è oscurità, tenebre, e assenza. E attorno a lui c’è soltanto il rigetto: “Molti lo sgridavano per farlo tacere”. Gesù chiama il cieco, ascolta la sua preghiera, e la esaudisce. Anche oggi, qui, tra coloro che il Signore ha riunito, “ci sono il cieco e lo zoppo” (prima lettura) – quello che noi siamo -; ed è per questo che le azioni di Gesù, che ci vengono raccontate, devono renderci più pieni di speranza.
È nel momento in cui termina il viaggio di Gesù a Gerusalemme (e dove termina il ciclo liturgico), che un mendicante cieco celebra Gesù e lo riconosce come “Figlio di Davide”, o Messia; e questo mendicante riacquista la vista e “segue Gesù per la strada”. È un simbolo, un invito. Chiediamo al Signore che ci accordi la luce della fede e ci dia vigore, affinché lo seguiamo come il cieco di Gerico, fino a che non avremo raggiunto la Gerusalemme definitiva.
 

LA PAROLA DELLA DOMENICA

Scarica il foglietto della Domenica: Domenica XXX del T. O.

AVVISI  28  OTTOBRE  2018

XXX  DOMENICA  DEL  TEMPO  ORDINARIO

Seguiva Gesù lungo la strada

 

 

  1. Oggi, ultima domenica del mese, facciamo la raccolta di generi alimentari per i poveri della nostra parrocchia.  Da oggi e d’ora in poi tutte le domeniche riprendiamo a trasmettere nella Sala Giovanni Paolo II alle ore 12.00 l’Angelus del Papa Francesco da Piazza San Pietro. E’ una modalità per essere in comunione con il nostro Vescovo, approfittiamone.
  2. Ricordiamo che giovedì 1° novembre celebriamo la Solennità di Tutti i Santi.  Le Sante Messe saranno celebrate secondo l’orario festivo. Il 2 novembre è la Commemorazione di tutti i fedeli defunti. E’ possibile lucrare l’indulgenza plenaria per i defunti alle solite  condizioni (vederle nelle bacheche).  Il 2 novembre alle 18.30 sarà celebrata una Messa per tutti i nostri parrocchiani defunti e saranno ricordati i defunti nell’anno.
  3. Venerdì 2 novembre è anche il primo venerdì del mese. Come sempre sarà portata la Comunione agli ammalati.  Non ci sarà l’Adorazione Eucaristica serale prevista per la sera del primo  venerdì.
  4. Domenica 4 novembre, dopo la Messa delle ore 10.00 e il caffè, ci sarà l’incontro per i genitori del catechismo. Il pomeriggio sarà animato per i più piccoli.
Privacy Policy