XXV DOMENICA T. O. (anno C)


XXV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

 

    “LIBERACI,SIGNORE DALL’AVIDITÀ DELLA RICCHEZZA”

  Vi è prima una parabola e poi una serie di ammonimenti che commentano un elemento della parabola stessa e cioè l’uso del denaro. La parabola, come è ovvio, non loda il fattore perché è disonesto, ma perché ha la chiarezza e la decisione di imboccare l’unica via di salvezza che gli si prospetta. Si sa che l’arte di cavarsela è molto applicata nelle ambigue imprese di questo mondo. Lo è molto meno nella grande impresa della salvezza eterna. Perciò Gesù ci rimprovera di essere più pronti a salvarci dai mali mondani che dal male eterno, lui che da parte sua ha fatto di tutto perché fossimo salvati, fino a salire in croce per noi. Non ci decidiamo a credere che, se non portiamo il nostro peccato davanti a Dio, siamo perduti. Cominciamo le nostre Messe confessando i peccati che abbiamo commessi, ma usciti di chiesa ricominciamo a parlare di quelli altrui. 

Un “test” decisivo dell’autenticità della nostra decisione cristiana è proprio l’uso del denaro.
Non è disonesta la ricchezza in sé, né maledizione la ricchezza esteriore. Ma lo è la ricchezza come idolo, innamoramento e progetto, come deformazione interiore del cuore e della mente, che vogliono a tutti i costi essere produttori di potenza e quindi di potere economico.
Occorre decidersi a scegliere: o mammona o Dio; cioè: o essere il signore per signoreggiare o servire il Signore e godere della sua onnipotenza d’amore.
C’è un solo modo di liberarsi dalla schiavitù della ricchezza: farsi 
“amici” per mezzo di ciò che si ha, cioè con l’impegno della solidale condivisione.

LA PAROLA DELLA DOMENICA

Scarica il foglietto: XXV DOMENICA DEL T.O.( Anno C)

 

AVVISI 22 SETTEMBRE 2019

XXV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Fatevi amici dei poveri

 

Si è conclusa a San Giovanni in Laterano la settimana di preghiera e di ascolto di tutta la Diocesi con il Cardinale e i Vescovi.  Si è parlato dei giovani, dei poveri e delle famiglie e di come arrivare ad ascoltare con il cuore il loro grido. Questo è il programma della Diocesi che cercheremo di realizzare anche con l’aiuto delle equipe pastorali.

Oggi viviamo la Festa di apertura delle attività parrocchiali. Dopo la Messa delle ore 10 e il caffè ci sarà la presentazione delle attività e delle diverse realtà. Nel pomeriggio open day della scuola calcio e cineclub per i ragazzi.

Continuano le Iscrizioni e le conferme per il catechismo (confessione, comunione e cresima) in ufficio parrocchiale negli orari di apertura. Anche chi desidera prepararsi al matrimonio cristiano lo può comunicare in segreteria.

Domenica 29 settembre nella Messa delle ore 11 sarà riconsegnata l’icona della Madonna di Fatima agli Araldi del Vangelo. Così riparte la Peregrinatio Mariae nelle case della parrocchia.

Domenica 29 settembre, ore 11,00, nella Sala Giovanni Paolo II ci sarà la presentazione del libri “I nostri figli ci guardano”. Intervengono gli autori.

Domenica 6 ottobre, nella Messa delle 18.30, il Vescovo impartirà la Cresima a un gruppo di nostri ragazzi.