SS. CORPO E SANGUE DI CRISTO

SANTISSIMO CORPO E SANGUE DI CRISTO 

Cena in Emmaus, 1525 – Jacopo Pontormo

“…IN MEMORIA DI ME”

Onoriamo e adoriamo oggi il “Corpo del Signore”, spezzato e donato per la salvezza di tutti gli uomini, fatto cibo per sostenere la nostra “vita nello Spirito”. Gesù ha moltiplicato i pani e i pesci per nutrire la folla che lo seguiva: il cibo fisico agisce in me anche quando non ci penso, anche quando dormo si trasforma in carne, sangue, energie vitali. Il cibo spirituale è diverso: è efficace se io collaboro con Cristo, che vuole trasformare la mia vita nella sua.
L’Eucaristia è la festa della fede, stimola e rafforza la fede. I nostri rapporti con Dio sono avvolti nel mistero: ci vuole un gran coraggio e una grande fede per dire: “Qui c’è il Signore!”. Se guardo a me stesso, mi trovo sempre piccolo, imperfetto, peccatore, pieno di limiti. Eppure Dio mi ama, come ama tutti gli uomini, fino a farsi nostro cibo e bevanda per comunicarci la sua vita divina, farci vivere la sua vita di amore.
L’Eucaristia non è credibile se rimane un rito, il ricordo di un fatto successo duemila anni fa. È invece una “scuola di vita”, una proposta di amore che coinvolge tutta la mia vita: deve rendermi disponibile ad amare il prossimo, fino a dare la mia vita per gli altri. Secondo l’esempio che Gesù ci ha lasciato.

 

LA PAROLA DELLA DOMENICA

Scarica il foglietto della settimana: SS. CORPO E SANGUE DI CRISTO

AVVISI 23 GIUGNO 2019

SANTISSIMO CORPO E SANGUE DI CRISTO

“…IN MEMORIA DI ME”

  1. Il 29 giugno, sabato, la Diocesi di Roma festeggia la Solennità dei Santi Patroni Pietro e Paolo. Tutte le sante Messe, compresa quella della Vigilia del 28 giugno delle 18.30, saranno celebrate secondo l’orario festivo.
  2. Sabato 29 giugno, nella Messa delle ore 11.00, gli Araldi del Vangelo riconsegnano le icone della Madonna pellegrina.
  3. Domenica 30 giugno è la Giornata della carità del Papa, è l’Obolo di San Pietro. “Si è più beati nel dare che nel ricevere” (At 20,35). Le offerte sono destinate alle opere di carità del Papa.
  4. L’oratorio organizza e anima il grest dal 24 al 29 giugno.